GRAPH-EU

Graphene-enhanced face mask for saftey, comfort and sustainabiliy

The GRAPH-EU project aims to bring on the European market a safe, reusable and comfortable face mask made with graphene nanoplatelets-enhanced fabrics through a sustainable, non-polluting process. During the first wave of the Covid-19 pandemic, Directa Plus has begun to deploy its graphene-related technologies to produce a face mask that could prove to be safe, comfortable, reusable, and therefore sustainable economically and environmentally. The company has reached the market with its Graphene Plus® Co-mask™, that has proven to respond to some of these challenges and is sold as community mask.

Now, Directa Plus seeks to perfect its product by developing a sanitization method of the filter by simple heating method (with iron, hairdryer), easy to implement by the end user, and by creating mask filters that are biodegradable. Through the GRAPH-EU project, the company will also be able to improve the performance of Co-mask™ to reach the standards to qualify as surgical mask (compliant to EN 14683). Indeed, currently the market demands a reusable surgical mask.

Co-mask™ is made with G+® enhanced fabric, which is naturally bacteriostatic: it stops bacteria reproducing on the mask and the fabric itself is dermatologically tested and hypoallergenic. Also, the Planar Thermal Circuit® built into the highly breathable fabric spreads heat from directly in front of the wearers mouth for greater comfort. The mask is equipped with G+® enhanced filters, that are strongly antibacterial and have demonstrated to be able to inactivate SARS-CoV-2.

Co-mask™ is specifically developed to meet the needs of a post-Covid-19 world, where face masks are needed daily: the end user needs a protective, comfortable and possibly reusable solution. Through the GRAPH-EU project, the product will be improved by developing a new accessible sanitization method that will prolong the lifespan of the replaceable filter and by introducing new biodegradable filters that are more environment friendly.

This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 101016203

eu_flag.jpg

INNO.DRIVER

Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione

Directa Plus spa è risultata vincitrice del bando “INNODRIVER-S3 EDIZIONE 2019 – finanziato da Regione Lombardia nell’ambito del PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014-2020 OBIETTIVO “INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL’OCCUPAZIONE”.

La proposta prevede attività di R&D sviluppata in collaborazione con il CRTT INSTM-Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali, ed è finalizzato all’innovazione di prodotto attraverso l’applicazione di tecnologie altamente avanzate per l’utilizzo del grafene.

Obiettivo del progetto è infatti la creazione di prodotti ad alto valore aggiunto per i settori del tessile e dell’arredamento che, grazie all’utilizzo del grafene, siano in grado di assicurare un’ottimale gestione del calore prodotto naturalmente dal corpo umano grazie al circuito termico, denominato Planar Thermal Circuit (PTC).

La tecnologia G+ sviluppata da Directa Plus presenta l’innovatività assoluta di lavorare sul trasporto del calore all’interno del capo utilizzando il grafene, il miglior conduttore termico conosciuto, e permette di ottenere un effetto di omogeneizzazione di temperatura tra i punti più caldi e più freddi, generando quindi confort termico per l’utilizzatore.

TECH FAST

Il progetto GRAFYFILTER: un'innovazione di prodotto per l'ampliamento dell'offerta di filtrazione e protezione

L’obiettivo generale del progetto GRAFYLTER, che avrà durata di 12 mesi, è il riposizionamento competitivo dell’azienda Directa Plus grazie all’innovazione di prodotto e di processo e il conseguente ampliamento dell’offerta e ingresso su nuovi mercati.
Il progetto prende come punto di partenza l’attività messa in atto nel 2020 in risposta alla pandemia di Sars-CoV-2, per cui Directa Plus ha sviluppato una mascherina dotata di filtro al grafene che ha portato sul mercato nel Giugno 2020. Il filtro al grafene G+, oltre ad offrire un’ottima respirabilità e dispersione del calore, è antibatterico e antivirale, testato in condizioni statiche e dinamiche. Alla luce di questo importante sviluppo, Directa Plus ha deciso di mettere a frutto le conoscenze nell’ambito filtrazione applicandole al settore industriale. Questa scelta è motivata dal fatto che la richiesta di dispositivi filtranti capaci di inibire la proliferazione microbica è in forte aumento, ed il grafene G+ rappresenta una perfetta soluzione.
Le attività prevederanno quindi l’individuazione del grado di grafene G+ corretto per questo tipo di applicazioni e di substrati, del metodo di applicazione più idoneo, e, successivamente alla caratterizzazione di laboratorio dei substrati trattati con grafene, la realizzazione dei prototipi che verranno validati durante il progetto. Durante il testing e le validazioni verrà valutata l’attività antimicrobica verso altri ceppi di virus e batteri al fine di aumentare lo spettro di protezione per l’utilizzatore anche in ottica futura.
Un aspetto che verrà contemplato nel progetto è quello di sviluppare soluzioni filtranti altamente sostenibili, selezionando substrati tessili biodegradabili come i tessuti-non-tessuti di viscosa-bamboo ed andare ad applicare il grafene utilizzando leganti naturali invece dei tradizionali leganti sintetici; anche l’utilizzo sinergico di sostanze naturali intrinsecamente antimicrobiche come la curcumina verrà testato.

Progetto è realizzato con il concorso di risorse dell’Unione europea, dello Stato italiano e di Regione Lombardia, in applicazione del Regolamento (UE) n. 1303/2013 - allegato XXII e del Regolamento di esecuzione (UE) n. 821/2014 - articoli 4 e 5